Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Gli strumenti per l’igiene orale sono diversi, ma non hanno tutti la stessa importanza. La loro efficacia dipende anche dall’uso corretto.

Lo spazzolino è considerato lo strumento più importante per una corretta igiene orale. Ha il compito di rimuovere meccanicamente i residui alimentari e la placca batterica.

In questo articolo esamineremo lo spazzolino manuale.

Per essere efficace deve avere delle caratteristiche ben precise:

1) un manico dritto e 2) una testina poco ingombrante, così da permetterci di raggiungere con facilità tutti gli spazi della bocca.

La dimensione della testina non dovrebbe superare i 26 mm di lunghezza.

Le setole della testina, raggruppate in ciuffi separati, devono essere abbastanza morbide.

Non appena le setole si deformano e perdono la loro integrità, si deve cambiare spazzolino. Sono stati condotti degli studi che dimostrano come uno spazzolino nuovo rimuova più placca di uno vecchio, quasi il doppio. Infatti le setole con l’uso si assottigliano e si piegano perdendo così la loro efficacia.

Non aspettare “3 mesi” per cambiare lo spazzolino, più si cambia meglio è! Non solo per una questione funzionale, ma anche di igiene!

È importante che lo spazzolino dopo l’uso venga riposto in posizione verticale e in un luogo areato per permettere alle setole di asciugarsi. L’umidità favorirebbe lo sviluppo dei batteri.

Un tempo venivano utilizzate setole di origine animale, sostituite poi da quelle sintetiche in nylon o poliestere per maggiore igienicità e maggior resistenza all’usura.

Gli spazzolini si classificano in morbidi, medi e duri a seconda dello spessore delle setole.

Morbidi: sotto i 0.18 mm di spessore. Medi: 0,18 – 0,21 mm di spessore Duri: sopra i 0,21 mm di spessore. Non adatti in caso di gengiviti, denti sensibili o in presenza di retrazioni gengivali.

Ricorda che durezza delle setole ed eccessiva pressione durante il lavaggio, non sono sinonimi di maggiore igiene orale. Infatti imprimendo troppo forza potremmo causare lesioni ai tessuti molli e duri della bocca.

Se le setole del tuo spazzolino nuovo dopo poco tempo assumono una direzione “sventagliata”, ciò significa che stai utilizzando un’eccessiva pressione quando ti lavi denti.

In assenza di particolari indicazioni, si consiglia l’uso di setole medie. Ciò che conta è la modalità corretta di spazzolamento e il tempo dedicato all’igiene orale.

Lo spazzolino di ultima generazione ha ciuffi di setole di diverse altezze e inclinazioni. Ha il cosiddetto “profilo a cestello”, che consente di raggiungere anche gli spazi più difficili.

I ciuffi di setole sono mobili e hanno la capacità di adattarsi ad ogni conformazione dentale. Si inclinano e si estendono rimuovendo efficacemente la placca batterica. Sono caratterizzati da punte arrotondate per evitare microlesioni a smalto e traumi alle gengive.

Prima di spazzolare i tuoi denti usa il filo interdentale, in seguito passa lo spazzolino “a secco” per rimuovere più efficacemente i residui alimentari e poi usa lo spazzolino con dentifricio per detergere.

L’unico modo per avere una bocca in salute è quello di curare la propria igiene orale. I denti sono importanti tanto quanto qualsiasi altro organo del tuo corpo!

KEEP CALM AND BRUSH YOUR TEETH!

Studio Ruggirello

Comment