Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Valutati gli effetti nocivi dello zucchero comune, nella prima parte di questo articolo (qui), valutiamo le alternative proposte dal mercato.

Esistono molti tipi di dolcificanti offerti in alternativa allo zucchero e al fruttosio (che hanno praticamente lo stesso effetto nocivo), questi dolcificanti vengono definiti "sani" dal mercato; il problema con molti di loro, è che fanno male, così come lo zucchero bianco. In alcuni casi, questi zuccheri “sani” sono anche peggiori, ma vengono commercializzati come "cibi salutari".

Li affrontiamo uno ad uno:

1. Nettare di Agave

agave.jpg

Il nettare di agave, spesso chiamato sciroppo d'agave, è un dolcificante molto popolare nella comunità dei salutisti, propagandato come una sana alternativa allo zucchero perché ha un basso indice glicemico.

L' indice glicemico (IG) è il potenziale di alcuni cibi di sollevare rapidamente i picchi di zucchero nel sangue. Alcuni studi dimostrano che assumere alimenti con alto indice glicemico è sano.

Ma gli effetti nocivi del Nettare di Agave, hanno ben poco a che fare con l'indice glicemico, ma piuttosto con la grande quantità di fruttosio, e nel Nettare di Agave la quantità di fruttosio è veramente alta.

Il fruttosio non alza la glicemia, ma se consumato in quantità elevate porta a un insulino resistenza, un effetto a lungo termine che con il consumo abituale di fruttosio può diventare cronico. Si parla di insulino resistenza quando si verifica un'incapacità delle cellule dell'organismo di rispondere all'ormone dell'insulina. Questa “incapacità” fa si che il glucosio non possa essere assorbito e che circoli nel sangue. Si ha quindi un aumento della glicemia ematica e un aumento di insulina nel sangue.

Le evidenze desumibili dai recenti studi epidemiologici e biochimici suggeriscono chiaramente che l'alta assunzione di fruttosio è diventato un importante fattore causale nello sviluppo della sindrome metabolica (insulino resistenza). Vi è un urgente bisogno di una maggiore sensibilizzazione dell'opinione pubblica sui rischi connessi con il consumo di fruttosio e maggiori sforzi dovrebbero essere fatti per frenare la supplementazione di alimenti confezionati con additivi ad alta quantità di fruttosio.

Per questo motivo la presenza di fruttosio è un problema molto più grande rispetto all'indice glicemico. Lo zucchero bianco possiede circa il 50% di fruttosio, mentre il Nettare di Agave ne possiede circa il 70-90% di fruttosio.

In conlcusione, il nettare di agave è in realtà molto più dannoso dello zucchero bianco.



2. Raw Organic zucchero di canna

zuccherodi canna 2.jpg

Esistono molti "prodotti per la salute" dolcificati con zucchero di canna “crudo”.

Non lasciate che il nome vi inganni, questo è solo zucchero.

Lo zucchero da agricoltura biologica è sempre zucchero e se si tratta di un prodotto più o meno "grezzo" non fa alcuna differenza. Il modo in cui questo dolcificante viene elaborato può essere diverso da quello dello zucchero "normale", ma la composizione chimica è esattamente la stessa. Il vostro corpo non riconosce la differenza. Lo zucchero si scomporrà in glucosio e fruttosio e nel tratto digestivo avrà gli stessi effetti sul metabolismo.

Per tutti gli effetti, lo zucchero “raw organic” di canna biologico è del tutto identico a allo zucchero bianco comune.



3. Succo di canna evaporato

succo di canna evaporato.jpg

Tra gli alimenti “salutari” viene venduto il "succo di canna evaporato", o alcuni alimenti “salutari” sono dolcificati con esso.

Non fatevi ingannare dal nome, il succo di canna evaporato è solo un nome di fantasia per lo zucchero.

Questo è un evidente inganno da parte dei produttori di alimenti, fatto per nascondere al consumatore il vero contenuto di zucchero negli alimenti. Se vedete un etichetta con questa indicazione “succo di canna evaporato”, dovreste chiedervi cosa il produttore sta cercando di nascondervi.

Quando questo dolcificante raggiunge il vostro intestino e il vostro fegato, il vostro corpo non riconosce alcuna differenza tra il "succo evaporato" e il vecchio e comune zucchero.

 

4. Brown Sugar - Zucchero di Canna marrone e bianco

different-types-of-sugar.jpg

A volte, dopo che lo zucchero è stato raffinato ed elaborato, piccole quantità di melassa vengono aggiunti nuovamente ad esso. Questo procedimento dà allo zucchero un colore marrone che ce lo fa apparire meno lavorato, più grezzo. Questo tipo di zucchero è quindi chiamato zucchero di canna.

La melassa contiene circa il 50% di zucchero e una piccola quantità di minerali, non sufficiente però ad ad attenuare o giustificare gli effetti negativi dello zucchero. La melassa dona allo zucchero di canna un retro gusto più aromatico e questo fattore ci fa apparire lo zucchero di canna un prodotto diverso dal comune zucchero, ma non è così.

In poche parole, lo zucchero di canna è uno zucchero comune diluito con un po 'di melassa. Gli effetti sul nostro corpo sono gli stessi.


5. Zucchero di Cocco

zucchero_cocco.jpg

Lo zucchero di cocco è derivato dalla linfa (fluido circolante zuccherino) del cocco.

Il metodo di produzione è molto naturale, si tratta semplicemente di estrarre il liquido zuccherino, permettendo poi all'acqua di evaporare. Lo zucchero di cocco contiene una piccola quantità di fibre e pochi nutrienti, pur avendo un indice glicemico inferiore allo zucchero comune. Ma, ancora una volta, l'indice glicemico è solo la punta dell'iceberg quando si tratta di valutare gli effetti nocivi dello zucchero. Ciò che conta davvero è se questo prodotto possiede un'alta quantità di fruttosio, o meno.

Il contenuto totale di fruttosio nello zucchero di cocco è stimato intorno al 35-45%. A causa della quantità leggermente inferiore di fruttosio dello zucchero di cocco, e per le piccole quantità di fibra e di sostanze nutritive contenute in esso, si potrebbe dire che lo zucchero di cocco sia meno dannoso del comune zucchero.

Ma attenzione, il fatto che sia meno dannoso del comune zucchero non lo rende un alimento “sano”, usato in quantità eccessive crea gli stessi effetti nocivi nel nostro organismo. Se usato, però, in quantità molto modiche può essere un'alternativa allo zucchero comune.

 

6. Il Miele

miele.jpeg

Il miele contiene alcuni principi nutrienti, tra cui antiossidanti e tracce di vitamine e minerali. E possiede circa l' 80% di zucchero, in rapporto al contenuto.

Detto questo, molti studi hanno confrontato gli effetti del miele e dello zucchero comune ed hanno osservato che il miele ha avuto effetti leggermente meno dannosi sul metabolismo.

Come lo zucchero di cocco, il miele è "meno dannoso" del comune zucchero. Se si è sani, una piccola quantità di miele di qualità, apporta sostanze nutritive che ci fanno bene. È sicuramente una scelta migliore rispetto allo zucchero semplice o allo sciroppo di fruttosio. Ma il miele non è un dolcificante innocuo e va usato con moderazione.

 

7. La Stevia

La vera alternativa sana allo zucchero bianco sembra essere quella scelta dai giapponesi: la stevia.


stevia.jpg

È una pianta appartenente alla famiglia dei crisantemi, originaria del Sud America dove veniva utilizzata già secoli fa dagli Indiani per dolcificare cibi e bevande.
Le sue foglie, soprattutto gli estratti in polvere o liquido, dolcificano dalle 20 alle 300 volte in più rispetto allo zucchero. Per questo motivo è considerata il più potente dei dolcificanti naturali.
Le qualità sono molto interessanti: poche calorie e proprietà curative (pare faccia bene al pancreas). Unico limite: il suo retrogusto di liquirizia che ne limita le possibilità di impiego.
 È venduta in pastiglie e in gocce, ma c'è chi la coltiva sul balcone e ne utilizza le foglie per dolcificare i propri alimenti.

Insomma il consiglio per tutti è: rinunciare a qualsiasi tipo di dolcificante sarebbe un atto salutare ma difficile. La vita è fatta anche di piccoli piaceri del gusto, quindi se non potete rinunciare a questi piaceri non rinunciate al gusto di mangiare qualcosa di dolce, ma riducetene notevolmente le dosi. 

La redazione di Studio Ruggirello

Comment