Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Antica ricetta dell'Elisir di Lunga Vita. L'immagine in testa è "La Fontana dell'eterna Giovinezza" di Lucas Cranach (1546)

Antica ricetta dell'Elisir di Lunga Vita.

L'immagine in testa è "La Fontana dell'eterna Giovinezza" di Lucas Cranach (1546)

Una nuova ricerca suggerisce che meno calorie il nostro corpo assimila ogni giorno, più sono gli anni di vita che ci attendono.

L'Elisir della Giovinezza è solo un mito? Secondo una nuova ricerca, si trova proprio nel nostro cervello, è un complesso di proteine chiamate sirtuine.

Una sostanza chimica presente nel vino, il resveratrolo, ha dimostrato di poter stimolare le sirtuine, forse è questo il motivo per cui un leggero consumo di vino rosso (un bicchiere), nel sapere popolare è considerato un toccasana; in alcune antiche tradizioni si racconta proprio che aiuti a vivere più a lungo. La ricerca ha anche collegato un aumento della produzione delle sirtuine nelle diete ipocaloriche.

La teoria che meno calorie conducono ad una vita più lunga risale a Kaibara Ekiken, scienziato e filosofo giapponese del 18 °secolo, vissuto fino ad 84 -due volte l'aspettativa di vita media al momento della sua morte-.

 

Un extra di 14 anni di vita

Il Dr. Shin-Ichiro Imai, biologo, dice che i collegamenti tra una dieta a basso contenuto calorico e la longevità sono già stati trovati in una varietà di modelli animali.

In un nuovo studio pubblicato sulla rivista Cell Metabolism , il Dr. Imai ed altri ricercatori della Washington University di St. Louis School of Medicine, sostengono che una sirtuina specifica, la SIRT1, opera nel cervello per ritardare in modo significativo l'invecchiamento. Lo fa inducendo aree dell'ippocampo ad innescare cambiamenti nei muscoli scheletrici.

"Abbiamo scoperto con degli esperimenti sui topi, che solo il topo che è stato trattato con la sirtuina SIRT1 ha avuto una notevole estensione della durata della sua vita e un ritardo nella maturazione”, ha detto Imai.

Secondo i calcoli del Dr. Imai, con l'utilizzo della sirtuina SIRT1, l'allungamento dell'aspettativa di vita per gli esseri umani potrebbe essere calcolato intorno ai 14 anni in più, rispetto alla nostra aspettativa attuale.

 

Meno calorie non significa una lunga vita per tutti

Tuttavia, uno studio sulla restrizione calorica nei nostri cugini evolutivi ( le scimmie) ha dimostrato che mangiare di meno non significa necessariamente vivere più a lungo. L'anno scorso sono stati pubblicati i risultati di uno studio durato ben 25 anni su scimmie rhesus; questo studio ha dimostrato che limitare l'assunzione di calorie nelle scimmie non ha fatto invecchiare loro più lentamente, né ha allungato la loro aspettativa di vita. I ricercatori hanno però scoperto che la restrizione calorica rallenta il processo d'invecchiamento delle scimmie, e riduce l'incidenza di atrofia cerebrale, del cancro, di malattie cardiovascolari e del diabete.

Alcune aziende farmaceutiche, stanno già preparando e sperimentando dei farmaci a base di sirtuina SIRT1; gli scienziati che hanno sperimentato la sirtuina negli studi sulla longevità dei topi ci consigliano di stare in allerta: alti livelli di sirtuine nel nostro corpo ritardano l'invecchiamento, ma sono stati collegati ad un aumento dei disturbi d'ansia e di panico.

Forse, ancora una volta, se è l'Elisir della Giovinezza ciò che stiamo cercando, potrebbe essere necessario continuare a cercare.

La redazione di Studio Ruggirello

Comment