Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

La mela è il frutto che calma la fame per eccellenza.

mela.jpg

È il cibo perfetto per coloro che vogliono perdere peso senza morire di fame; si deve questo effetto di diminuzione dell'appetito al suo contenuto di pectina, una fibra solubile che assorbe fino a 30 volte il suo volume, la pectina si gonfia creando un senso di sazietà. Inoltre, mescolandosi con il cibo, la pectina agisce come una trappola gelificanti, trattenendo le scorie del cibo quando passa attraverso l'intestino tenue. La mela agisce quindi in modo naturale e benefico, mantenendo pulito il vostro corpo e attivando la digestione.

La mela è inoltre un vero e proprio farmaco naturale ed un valido alleato nella prevenzione di patologie e disturbi.

Non contiene grassi né proteine e apporta pochissimi zuccheri (10 g per 100 g di frutto) e calorie (circa 40 per 100 g di mela). In compenso è ricchissima di sali minerali e vitamine del gruppo B che giovano alle mucose intestinali e della bocca, combattono l’impoverimento di unghie e capelli e aiutano a superare stanchezza e inappetenza. L’acido citrico e l’acido malico, presenti anch’essi nel frutto, contribuiscono al benessere dell’organismo, favorendo la digestione e mantenendo inalterata l’acidità dell’apparato digerente. Ma le virtù della mela non finiscono qui. E’ il frutto più indicato per i diabetici: contiene il fruttosio, uno zucchero che viene metabolizzato senza il ricorso all’insulina, e una percentuale di fibre, tra cui la pectina. Questa particolare sostanza aiuta a tenere sotto controllo la glicemia, rallentando l’assorbimento degli zuccheri. 

La mela ci aiuta anche a respirare meglio, per la presenza di vitamina C: pare che la sua azione sulle vie respiratorie sia quasi maggiore rispetto a quella degli agrumi e che aiuti l’organismo a difendersi dagli attacchi esterni. Combatte il colesterolo cattivo (LDL) e aiuta quello HDL, cosiddetto “buono”, azione svolta efficacemente dalla pectina.

Previene inoltre le malattie cardiovascolari e il cancro: grazie alla forte presenza di antiossidanti come i bioflavoinoidi, il consumo regolare di mele ci aiuta a combattere i radicali liberi, dannosi per l’organismo e per l’invecchiamento cellulare. L’azione anti-cancro si deve sempre alla presenza di Vitamina C e alla pectina, che durante la sua fermentazione produce acido butirrico, sostanza base di alcuni farmaci sperimentali per la cura del cancro. 

Inoltre, la mela mangiata cotta è un ottimo rimedio contro la stipsi, cruda invece ha un’azione astringente e digestiva e a fine pasto pulisce i denti e massaggia le gengive, grazie alle fibre e al contenuto di acido ossalico.

E a proposito di processi di invecchiamento, un recente studio di un team di scienziati della Cornell University ha evidenziato il ruolo decisivo della quercetina - potente sostanza antiossidante presente nelle mele - nella lotta contro le malattie neurovegetative. Nel corso della ricerca, i ricercatori statunitensi hanno riprodotto sui neuroni di ratti di laboratorio il processo che si ritiene avvenga nelle cellule cerebrali dei malati di Alzheimer. Si è così rilevato che i neuroni immersi nella quercetina hanno subito “danni significativamente inferiori” rispetto a quelli riscontrati nelle cellule trattate con vitamina C o non trattate affatto. Un risultato che conferma ulteriormente i benefici del consumo di frutta e verdura.

1 Comment